Come la meditazione mi ha calmato la vita

Se siete come me, passate le vostre giornata in preda all’ansia. Avrò mandato quella mail super importante? Avrò chiuso la porta di casa? Avrò fatto un lavoro abbastanza buono? Cosa penseranno di me? Queste sono le domande che giornalmente mi catapultano, per usare una metafora, in un mare in tempesta. Da sempre non ho potuto fare a meno di essere costantemente travolto dalle emozioni negative. Per restare in tema, ogni piccolo evento sfavorevole è come un’onda che si infrange dritta in faccia, ogni grande evento sfavorevole è come una corrente in grado di trascinarmi fuori rotta. Se queste parole vi ricordano qualcosa di voi, continuate a leggere.

Nelle ultime settimane ho preso l’abitudine di meditare giornalmente. Se la parola meditazione vi ha spaventato, lasciatemi spiegare meglio. Innanzitutto, ci sono diversi tipi di meditazione ma la pratica di cui vi voglio parlare è la forma più semplice, la così detta mindfulness meditation. Mindfulness significa “lo stato di essere conscio”. In altre parole essere presenti nel momento, consapevoli di se stessi e del mondo intorno. Nel concreto, l’obiettivo è liberare la mente. Togliersi di dosso il peso delle emozioni e osservare con serenità. Tra i benefici della meditazione: riduzione dello stato d’ansia, dello stress e miglioramento della salute del cuore. Inoltre, la meditazione è in grado di indurre veri e propri cambiamenti strutturali e bio-chimici nel cervello tramite un meccanismo chiamato neuroplasticità, migliorando attenzione, percezione e capacità di imparare.

La mia routine è abbastanza semplice. Al mattino prendo posto sul pavimento e chiudo gli occhi. Cerco di sgombrare la testa da tutti i rumori che la affollano.
Mindfulness non significa ripetere un mantra o sforzarsi di annullare la propria coscienza, al contrario, significa prestare attenzione i propri pensieri. Osservare che vanno e vengono come la marea, non soffermandosi su di essi ma lasciandoli lentamente scomparire senza giudicare.
Oggi, grazie agli effetti della pratica giornaliera, mi sento più stabile e sereno. Gli eventi negativi di tutti i giorni sembrano colpire con meno violenza. Finalmente la calma dopo la tempesta.

Iniziare è semplicissimo, sono sufficienti pochi minuti al giorno per ottenere risultati concreti. Scegliete un momento della giornata nel quale siete sicuri di non venire disturbati e in una stanza tranquilla sedetevi sul pavimento (utilizzate un cuscino per comodità) con le gambe incrociate e la schiena dritta ma non rigida. Respirate profondamente e ogni volta che un nuovo pensiero cerca di entrare, osservatelo senza giudicare e aspettate che lentamente svanisca. Non preoccupatevi se mentre provate la testa si riempie e non riuscite a concentrarvi, è solo necessaria un po’ di pratica. Potete meditare liberamente oppure usare una delle molte app esistenti che vi guideranno nei primi passi della nuova esperienza. Calm, è quella con cui ho iniziato, potete usare la versione web o scaricare l’app per Android o iOS. Dopo qualche tempo otterrete dei risultati che non si limitano ai minuti di meditazione ma si avvertono durante tutta la giornata. Sarete più calmi e sereni.

Segui Avocado tree anche su Facebook: https://www.facebook.com/Avocadotreesite/

3 pensieri riguardo “Come la meditazione mi ha calmato la vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...