I pericoli della luce blu: intervista ad Andy di BLUblox

Andy, parlaci di te per cominciare

Mi chiamo Andy Mant e sono il fondatore di BLUblox, una società che si occupa di creare occhiali Blue blocker. Vengo dal Regno Unito ma sette anni fa mi sono trasferito in Australia alla ricerca di una vita all’aria aperta. Ho iniziato nel mondo del biohacking seguendo Jack Kruse e Dave Asprey. Ho iniziato modificando la mia alimentazione con una dieta chetogenica. A quei tempi ero sovrappeso e sono dimagrito molto, rimettendomi in forma. Nonostante tutto il mio sonno non è migliorato, continuavo a svegliarmi due o tre volte durante la notte e facevo fatica ad addormentarmi. Così mi sentivo stanco durante il giorno. Questo mi ha portato all’argomento della luce blu. Ho iniziato a fare ricerche, ho iniziato ad usare dei blue blockers standard, ed il mio sonno è migliorato. Ma non perfettamente. Questo mi ha portato a fondare BLUblox. I nostri occhiali bloccano tutte le frequenze che interferiscono con il sonno. Ora il mio sonno è perfetto.

blublox.jpg

Perché la luce è così importante? Perché dovremmo preoccuparci della luce blu?

Prima di tutto, la luce viene da diverse fonti: naturalmente dal sole o artificialmente da schermi e illuminazioni. La luce del sole è importante perché allinea il tuo orologio biologico (o ritmo circadiano) che regola il ciclo sonno/veglia. Quando ti esponi alla luce solare, in particolare al mattino, allinei il tuo ritmo circadiano e inizi a produrre ormoni come serotonina, melatonina e dopamina che sono fondamentali per regolare il sonno. Quando il sole sorge e i tuoi occhi vedono la luce, viene stimolata una risposta nel cervello che dice: “oh, è giorno, devo essere allerta e pieno di energia.” Che è ovviamente positivo. Stimola anche il cortisolo, che ti permette di alzarti dal letto rapidamente facendoti sentire sveglio.

sole
Il sole è il primo pilastro per il ritmo circadiano

Quando inizia a calare il sole il nostro cervello riconosce la notte come il momento per dormire. Viene prodotta melatonina, che viene rilasciata dalla ghiandola pienale e ti fa sentire assonnato. Ma quello che succede quando ti esponi a luce artificiale dopo il tramonto è che il tuo cervello viene ingannato e pensa che sia pieno giorno. I livelli di melatonina vengono soppressi e quindi non riesci a dormire. Avere TV e luci accese ti farà rimanere sveglio e produttivo più a lungo ma il tuo sonno ne risente e di conseguenza tutta la tua salute.

Ci sono diverse conseguenze sulla salute legate alla luce artificiale

Certo, tutto si lega a una deregolazione ormonale causata da una sovraesposizione alla luce artificiale. Ad esempio demenza o Alzheimer. Durante il sonno il tuo corpo entra in uno stato di crescita e riparazione. Vengono stimolate autofagia e apoptosi, processi tramite i quali le cellule difettose, comprese quelle cerebrali, vengono riparate o eliminate. Durante il sonno, ad esempio, il cervello viene ripulito dall’accumulo di placche amiloidi, che sono legate in definitiva all’Alzheimer. Altre malattie, come diabete e obesità hanno la luce blu alla fonte. Anche se la luce blu non causa direttamente queste malattie, i processi che iniziano a seguito dell’esposizione danno il via. Questo accade quando i livelli di ormoni come leptina, l’ormone della sazietà, grelina, l’ormone della fame e insulina sono alterati e generano continua voglia di cibi zuccherati e calorici. Tutto inizia con la luce blu, che genera una cascata di eventi che ti porteranno a mangiare quella ciambella o quel gelato, perché non puoi resistere e non hai più controllo su quello che mangi.

Nel mondo Paleo ruota tutto intorno al cibo, invece l’elemento più importante per la salute è il ritmo circadiano. Che succede se l’orologio biologico viene alterato?

1280px-biological_clock_human-svg

Se l’orologio biologico delle cellule viene alterato si va incontro a dei grossi problemi perché i mitocondri non funzionano come dovrebbero e non sono efficienti. Quando il ritmo circadiano viene alterato si va incontro all’aumento del tasso di eteroplasmia. Quello che accade è che le proteine responsabili della produzione di energia all’interno dei mitocondri si allontanano, rendendoli meno efficienti e riducendo il potenziale di redox e l’energia prodotta. Le conseguenze sono le malattie croniche e l’accorciamento della vita.

Ovviamente, la luce è l’elemento più importante per controllare questi meccanismi circadiano ma anche il cibo gioca un ruolo. L’orologio principale viene allineato dalla luce, quello periferico deve essere anch’esso in sincronia ma è anche influenzato da quando mangiamo. Prendiamo ad esempio il fegato. Il fegato è fortemente influenzato dall’orario e dalle dimensioni dei pasti. Quello che vogliamo per mantenere la sincronia è allineare l’orologio principale con la luce e quello periferico con il cibo allo stesso tempo. Pasti abbondanti, con alto contenuto di proteine e grassi influenzano fortemente l’orologio periferico. In questo scenario, vogliamo consumare una colazione molto abbondante a base di proteine e grassi quando sorge il sole. Il risultato è l’armonia circadiana. In sostanza, la colazione non vi sta uccidendo, semmai il contrario.

In questo scenario può rientrare anche l’Intermittent Fasting. Con la finestra di alimentazione durante il giorno, quando il sole è alto, invece che saltare la colazione. Sostanzialmente il contrario di quanto suggerito dal “paleo-mainstream.”

Parliamo di luce blu, ma quella dei LED è bianca

clip_image002_0002
La sensibilità dei vostri occhi alla luce e lo spettro dei comuni LED si sovrappongono perfettamente

La luce è uno spettro e quando unisci diversi colori ottieni un effetto diverso, ma questo non significa che una certa frequenza non sia presente. Ad esempio, il verde è l’unione di giallo e blu, ma questo non significa che questi ultimi non siano presenti. In sostanza, in tutte le luci artificiali è il blu che domina lo spettro, anche se non è immediatamente apparente.

Qual è l’effetto sugli occhi della luce blu

La causa principale della degenerazione maculare, ovvero l’erosione di certi tessuti nell’occhio, è proprio la luce blu. Per vedere gli effetti della luce blu basta guardarsi intorno, tutti indossano gli occhiali. Ogni lunghezza d’onda della luce possiede una diversa energia. La luce rossa ad esempio ha un’energia molto bassa e non causa stress per gli occhi, mentre la luce blu ha un’energia elevata e può degradare certe parti dell’occhio e causare miopia o persino cataratta. Quando siete tutto il giorno davanti ad uno schermo dovete proteggere i vostri occhi con occhiali che filtrano -e riducono- la luce blu. Ma anche la pelle è sensibile all’eccesso di luce blu. Alcuni coprono tutto il corpo, per me è un po’ estremo e proteggere gli occhi è sufficiente. Se hai qualche patologia le cose cambiano e protesti dover aver bisogno di un approccio più aggressivo. Trovate quello che funziona per voi e nel contesto giusto. n = 1.

Non è solo luce blu

Esatto, dipende tutto dal contesto e ci sono altri fattori da considerare. Puoi bloccare la luce blu, ma se sei tutto il giorno in ufficio e non ti esponi mai al sole il tuo ritmo circadiano non sarà in ordine. Senza raggi UV, ad esempio, il DHA negli occhi non può generare corrente diretta e caricare i tuoi mitocondri, e avrai gli stessi problemi menzionati sopra.

Com’è strutturata la tua routine quotidiana?

Inizio svegliandomi all’alba, ovviamente l’orario cambia con le stagioni e sono arrivato ad un punto in cui non devo utilizzare più la sveglia, segno di un ritmo circadiano perfettamente allineato. Mi alzo ed esco in pantaloncini per esporre tutto il corpo al sole, senza occhiali di sorta guardo leggermente a sinistra o destra del sole che sorge. Così facendo assorbo le frequenze che ti preparano ad affrontare la giornata, alzando il cortisolo ad esempio. Piedi nudi sulla terra, per raccogliere gli elettroni. Rientro e faccio una doccia fredda. Poi esco di nuovo per mangiare il mio primo pasto della giornata, solitamente fegato e formaggio di capra. Vado a lavoro in treno, dove sono esposto alla luce blu e non sono collegato alla terra. Per questo indosso occhiali con filtro giallo e tolgo una scarpa assicurandomi che un piede sia a contatto con il metallo [equivalente dell’earthing sui mezzi di trasporto]. Arrivato in ufficio bevo un tè decaffeinato, perché credo che la caffeina interferisca con il ritmo circadiano. In ufficio indosso i miei occhiali gialli ed ho Iris installato sul computer. Ho una luce rossa vicino alla scrivania e sono fortunato nell’avere una finestra. Ho chiesto di rimuovere la luce fluorescente sopra la mia testa. Faccio esercizio all’esterno durante la pausa pranzo. Indosso i blue blockers quando sono all’interno e li tolgo quando sono fuori. Tornato a casa guardo il sole che tramonta nel mio giardino. Quando la luce solare scompare indosso gli occhiali con le lenti rosse. In casa ho solo luci a incandescenza rosse. Non ho LED bianchi. Se mi alleno durante il giorno utilizzo una luce infrarossa che mi aiuta a recuperare e dormire meglio. La sera mi piace guardare la TV per un po’. Alle 21 leggo un libro per mezz’ora e sono pronto per dormire fino alle 6 del giorno dopo.

Hai notato un cambio nei livelli di energia da quando adotti questa routine?

Assolutamente. Non sono mai stato una persona mattiniera. Andavo a letto alle 22 e mi svegliavo alle 10-11 la mattina seguente e dormivo anche nel pomeriggio. Ora ho così tante energie che salto fuori dal letto alle 6. Non credo nei fenotipi che distinguono tra persone mattiniere e notturne. Se il tuo ritmo circadiano funziona bene, in paio di settimane non hai più bisogno della sveglia e ti senti pieno di energie al mattino. Inizi a sentirti assonnato molto prima, ma è naturale. Se ti svegli assonnato, c’è un problema con la tua salute, dovresti avere quella sensazione a tarda notte. La luce blu è il primo colpevole.

Ho una curiosità, cosa ne pensi della melatonina orale?

Credo sia totalmente sbagliato assumerla. Non dovresti integrare qualcosa che potresti evitare indossando dei blue blockers. In generale, per ogni tipo di supplemento esogeno, mi domando qual è l’effetto sulla produzione endogena. Potrebbe peggiorare le cose? Posso proporti un’analogia in modo che sia comprensibile alla comunità Paleo. Quando hai davanti un diabetico, raccomanderesti di integrare con l’insulina e continuare a mangiare carboidrati? No, il movimento Paleo raccomanderebbe che venga rimossa la causa, che sono i carboidrati. Un biohacker della luce direbbe: perché prendere un ormone come la melatonina quando puoi rimuovere il problema che è la luce blu.

Parliamo della tua start-up adesso

819121444.jpg.png
Occhiali BLUblox

BLUblox è stata fondata appena sette mesi fa ed è cresciuta in maniera incredibile. Quello che mi ha spinto a crearla è stata la mia insoddisfazione con i prodotti esistenti, sia in termini di funzionalità che di stile. Noi siamo andati da un laboratorio e abbiamo detto cosa volevamo produrre. Loro hanno trovato i materiali ed è tutto fatto in Australia. Riceviamo ordini da tutto il mondo. Quello che vogliamo fare è cambiare il modo in cui le persone dormono, facendo in modo che abbiano accesso ai migliori occhiali blue blocker. Creiamo i nostri occhiali in base alla scienza ma anche allo stile. Abbiamo anche creato un gruppo Facebook per garantire un’esperienza completa. Non siamo qui solo per vendere occhiali ma offrire un supporto ed una educazione a lungo termine sul tema della luce blu. È la mia passione e voglio garantire il meglio.

Trovate gli occhiali sul sito BLUblox.com. Se non parlate inglese mandateci un messaggio in Italiano e vi risponderemo in Italiano. C’è una partnership con Angelo Rossiello (Evolutamente.it) che può assistervi nel processo di acquisto. Abbiamo già avuto tanti clienti Italiani soddisfatti.

Per finire, vorrei dire che quello al biohacking è un approccio personalizzato, ma se non indossi blu blockers di qualità devi assolutamente rimediare.

 

Segui Avocado tree anche su Facebook: https://www.facebook.com/Avocadotreesite/

Se hai apprezzato questo articolo puoi anche passare da me per offrirmi un caffè, clicca qui!

2 pensieri riguardo “I pericoli della luce blu: intervista ad Andy di BLUblox

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...