Ordine, Caos e Instagram

Se sfogliate le stories sul mio profilo Instagram vi potete facilmente fare un’idea di me. Tra cene fuori a base di astice e citazioni della Dark Polo Gang sono l’incarnazione dell’italiano medio, con un tocco di arroganza e ostentazione sufficienti a rendermi piuttosto antipatico.

Se sfogliate il mio blog vi potete facilmente fare un’idea di me completamente opposta. Tra argomenti scientifici, interviste e pensieri tristo-intellettuali (si è una parola che ho appena coniato) sono uno scrittore abbastanza sveglio e un po’ languido che ha comunque qualcosa da dire -ma resto arrogante.

Se avete avuto modo di conoscermi su entrambe le piattaforme, non vi biasimo se pensiate che io sia affetto da un disturbo bipolare. Questo lo lascio decidere al mio terapista. Qui vi do la mia personale giustificazione interpretazione.

Minimizzare l’incertezza

Nella psicologia cross-culturale uno dei tratti analizzati è la tolleranza della società per l’ambiguità o l’incertezza. La cultura occidentale riflette un alto indice di avversione all’incertezza, ovvero, l’ambiguità è malvista e si cerca di evitare o minimizzare le situazioni che generano incertezza. Questo significa che l’incoerenza è poco accettata, anzi, aspramente criticata. In parole povere, in quanto occidentali, comportamenti e modi di esprimersi così antitetici e che definiscono un individuo in maniera così ambivalente causano un certo grado di dissonanza cognitiva. Okay, ci riprovo: se leggete un mio blog post e poi visitate il mio profilo social penserete che io sia matto da legare. Come dicevo, io credo sia un retaggio prettamente culturale. Tuttavia, nasce dalla ricerca ancestrale dell’uomo della verità. Questa verità, filtrata nella maglia culturale occidentale, deve essere univoca e ben definita. È inaccettabile una verità complessa e multi-livello. Nella cultura orientale le cose stanno diversamente.

Yin e Yang (Ordine e Caos)

tao-simbolo

Questo simbolo è un’icona dei principi del taoismo. Dove Yin e Yang sono due energie opposte, necessarie e che si completano a vicenda, dove l’esistenza di uno dipende dall’esistenza dell’altro. Yin e Yang rappresentano il maschile e il femminile, l’ordine e il caos. Le forze di ordine e caos sono intimamente connesse. Come rappresentato nel simbolo dai due puntini, il caos è contenuto nell’ordine e l’ordine è contenuto nel caos. L’uno non può prescindere dall’altro.

Questo principio filosofico è alla base della cultura orientale. Gli opposti in armonia consentono di accettare una verità ambivalente e la complessità dell’esistenza. Culturalmente, appunto, il mondo orientale manifesta un indice avversione all’incertezza più basso. L’ambiguità, o la dualità, sono da considerare al principio stesso dell’essenza umana. Ordine e caos sono fondamentali per l’equilibrio del mondo. Nell’intervista sul Giappone, avete letto che un uomo adulto che si veste da scolaretta è perfettamente accettato.

Secondo questo principio filosofico, il centro dell’esistenza si può trovare solo lungo la linea di demarcazione tra nero e bianco. Un uomo dove trovarsi con un piede nell’ombra ed uno nella luce. Solo in questo modo si può raggiungere il compimento della vita e trovare la verità.

Filosofia e social media

Adesso spiegami cosa cazzo c’entrano i social con questa digressione filosofico-culturale mi chiederete. Arrivo al punto.

Ogni essere umano è duale. C’è una componente che brama la semplicità e la leggerezza, una che flirta con la complessità dell’esistenza. Queste due componenti sono gli estremi del tao. Non possono non esistere entrambi in un uomo (o donna) in equilibrio. E proprio l’equilibrio, un piede nella leggerezza e uno nell’esistenzialismo, che ci permette di trovare il compimento finale dell’individuo. Entrambe le parti devono essere espresse, al momento e nel luogo opportuno. Il contrasto transitorio bilancia i pesi. Essere solo spensierati è il sintomo che manca il contatto con l’anima. Essere solo filosofici e“nella propria testaè sinonimo dell’incapacità ci apprezzare il lato leggero dell’essere. Il perfezionamento si raggiunge danzando tra gli opposti, accettandoli e vivendo le emozioni che affiorano naturalmente senza giudicare. Quindi i due elementi devono essere entrambi espressi, pena un vuoto da una parte o dall’altra che impedisce il compimento dell’essere umano.

Per questo continuo a scrivere, bitches.

 

Ti è piaciuto questo post? Allora segui Avocado tree anche su Facebook per altre storie come questa! https://www.facebook.com/Avocadotreesite/

Se hai apprezzato questo post puoi anche passare da me per offrirmi un caffè, clicca qui!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...